collegio san paolo

Home / Notizie

Notizie

OBIETTIVO DELLA FORMAZIONE

ANNO 2017-2018

06/11/2017

 

Quest’anno la comunità sacerdotale del Collegio S. Paolo si è proposto il seguente obiettivo: “Fa della tua vita il luogo di un accogliente ascolto di Dio e dei fratelli”. Sembra che questa espressione, presa dalla Ratio Fundamentalis n. 120 sintetizzi gli elementi di ogni formazione che voglia essere autenticamente cristiana e specificamente presbiterale.

Il presbitero deve diventare l’abitazione di Dio, “La Parola di Cristo deve abitare tra voi nella sua ricchezza” raccomanda S. Paolo alla comunità di Colossi.
Dobbiamo fare in modo che non sia più la nostra parola o la parola del mondo che ci formi e ci domini, ma l’invasione della Parola di Dio, in modo che noi non assumiamo e siamo guidati dalla mentalità di questo mondo, ma da quella di Dio. Noi siamo in questo mondo, ma non siamo di questo mondo. E’ dall’ascolto della Parola di DIO che siamo condotti alla conoscenza pratica di Cristo “Intus docet Magister” e siamo spinti verso gli sconfinati orizzonti dell’evangelizzazione. Dobbiamo quindi farci formare dalla Parola di Dio.


Come presbiteri non dobbiamo conoscere la cecità, come quelli che hanno occhi e non vedono, perché siamo illuminati dalla luce raggiante dal volto di Cristo.
Non possiamo essere muti per paura di comprometterci per Lui, ma con animo lieto annunciamo il
Vangelo della speranza, che non delude e non cammina da sola, perché è sempre accompagnata dalla fede che opera nella Carità.
Come presbiteri, noi non conosciamo la sordità, come quelli che hanno orecchie e non odono, perché con cuore libero noi dobbiamo stare attenti e in ascolto dello Shema del Signore.

Essere in ascolto della Parola significa essere attenti a quanto il Signore ci comunica con i suoi interventi in questa storia dell’umanità. Egli continua ad operare nell’umanità, per la completa liberazione, specialmente di quanti sono perseguitati, poveri, sofferenti, senza speranza.
Il nostro cuore deve battee all’unisono con come il cuore del Padre, ed accogliere tutte le voci che ci giungono dall’umanità. Dio e i fratelli sono inseparabili.


L’icona che abbiamo scelto ci mostra plasticamente lo stile di vita e gli atteggiamenti che vogliamo assumere per costruire la nostra personalità umana e presbiterale. Lo sguardo intenso di Cristo al Samaritano ferito, ci indica chiaramente che noi dobbiamo avere la stessa visione di Cristo, giudicare con i suoi occhi, ed essere riempiti nella mente e nel cuore dal grido e dalle ispirazioni dei nostri fratelli e sorelle di questa umanità.

 

Calendario

<settembre 2020>
lunmarmergiovensabdom
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234
567891011

Notizie

» leggi tutte